2 Giugno 1946: nascita della Repubblica e voto delle donne

Palazzo del Governo - Prefettura di Frosinone

30 maggio al 5 giugno 2016 - Mostra documentaria

2 giugno

La nascita della Repubblica Italiana avvenne a seguito dei risultati del Referendum istituzionale del 2 giugno 1946, indetto per determinare la forma istituzionale da dare all’Italia, dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Il 2 giugno 1946, insieme con la scelta sulla forma dello Stato, i cittadini e le cittadine italiane, che votavano per la prima volta in una consultazione politica nazionale, elessero anche i componenti dell’Assemblea Costituente che doveva redigere la nuova Carta Costituzionale.

Nella preparazione delle elezioni referendarie, in provincia di Frosinone, i Prefetti Zanframundo e Siragusa  si preoccupano di reperire tutto il materiale elettorale conservato ancora in ogni Comune (docc. nn. 1 e 2). I Sindaci procedono, poi, alla formazione di separate liste elettorali, maschili e femminili (doc. n. 3).

E’ da ricordare che nei mesi di marzo e aprile 1946 si tengono anche le prime elezioni amministrative dopo la fine della guerra: si voterà il 10, 17, 24, 31 marzo e 7 aprile nei comuni della Provincia (docc. nn. 9 e 13).

Le donne non solo votavano, ma potevano anche essere elette (docc. nn. 6 e 10).

Compaiono per la prima volta delle candidate donne nelle liste elettorali, alcune delle quali raccolgono anche una discreta quantità di voti come Chiara Pagliochini di Veroli (doc. n. 12).  Partecipano,  inoltre, all’attività politica, tenendo appassionati comizi,  come Dina Forti e Omiti Fancello,  che continuarono l’impegno civile e politico anche in seguito (docc. nn. 28-33).

Le donne saranno comunque la maggioranza dei votanti: 12.998131 donne e 11.949.056 uomini.

Prima e dopo le votazioni referendarie, durante lo svolgimento dei comizi,  non mancarono contrapposizioni tra i sostenitori della causa repubblicana e quelli della causa monarchica documentate nei vari rapporti dei Carabinieri (docc. nn. 35-40).

Il 2 giugno è tutto pronto per procedere alle operazioni di voto (doc. n. 19).

Il 5 di giugno il Prefetto di Frosinone comunica i risultati definitivi della provincia di Frosinone per la Costituente (doc. n. 22).

Ad un anno di distanza dalle votazioni si organizzano manifestazioni per festeggiare la vittoria elettorale (doc. n. 41). La Repubblica si è consolidata.