Ruoli matricolari del Distretto Militare di Frosinone

I registri dei ruoli matricolari del Distretto Militare di Frosinone

 

 

    I Distretti Militari nacquero con il Regio Decreto n. 6026 del 13 novembre 1870, ricalcando all’incirca le circoscrizioni territoriali amministrative, ed a loro furono affidate le operazioni relative al reclutamento ed alla mobilitazione delle classi di leva. Il reclutamento è l’operazione mediante la quale si forniscono uomini alle forze armate, si ripartiscono tra le armi, le specialità ed i servizi. I principali sistemi di reclutamento erano il volontariato e la coscrizione obbligatoria, con la quale lo Stato si avvaleva, nella misura del bisogno, di tutti gli uomini validi. La coscrizione si attuava mediante l’imposizione dell’obbligo personale, assolto con la ferma e con un lungo periodo trascorso in congedo, ma a disposizione dello Stato.

     Il reclutamento avveniva attraverso la leva e il servizio militare.

     Le operazioni riguardanti la leva erano svolte da vari uffici, che provvedevano alla formazione delle liste, alla chiamata di leva, all’esame personale, all’arruolamento degli iscritti ed alla graduazione dell’obbligo di servizio alle armi.

I giovani erano iscritti nelle liste di leva comunali nel 18° anno di età e chiamati alla leva ed esaminati nel 20°; erano esclusi dal successivo servizio gli indegni,  (condannati all’ergastolo o alla reclusione con interdizione perpetua dai pubblici uffici), i riformati, gli inabili fisicamente o intellettualmente, i rivedibili, ossia rinviati a leve successive; erano arruolati incondizionatamente tutti i rimanenti. La chiamata alle armi delle classi di leva avveniva al 21° anno d’età e poteva essere anticipata dal Ministro della Guerra al 20°. Erano dispensati dal presentarsi alle armi tutti coloro che  risiedevano all’estero, fin tanto  che durava la loro residenza.

     Il Distretto Militare di Frosinone fu istituito nel 1883 e come stabilito dal Regio Decreto n. 1467, dell’otto luglio, sulla Circoscrizione territoriale militare del Regno, aveva competenza sui comuni ricadenti sotto i Circondari di Frosinone, Velletri e Sora.

          I registri dei ruoli matricolari provenienti dal soppresso Distretto Militare di Frosinone abbracciano un arco temporale che va dal 1877 al 1947. Dai registri è possibile ricavare le seguenti informazioni: paternità, maternità, data e luogo di nascita, altezza, capacità toracica, forma e colore dei capelli, naso, mento, occhi, colorito, dentatura, professione e alfabetizzazione, seguite da quelle riguardanti la vita militare, sia di addestramento, sia dell’eventuale servizio in guerra.

      Ulteriori annotazioni riguardavano i cambiamenti di residenza, in quanto erano necessarie a giustificare il controllo, da parte della gerarchia militare, sui soggetti in congedo illimitato provvisorio, sia in patria che  all’estero.

Giulio Bianchini